Gimp tutorial: ridimensionamento immagini per il web.

Con il costante aumento degli utenti che usano internet in modo attivo, a tutti sarà capitato di dover modificare un’immagine: inserire una foto in un profilo personale sul web, nel post di un blog, nell’album fotografico di un social network, nell’avatar di un client di messaggeria, eccetera. L’operazione più comune in tal senso è il ridimensionamento, ovvero ingrandire o rimpicciolire un’immagine.

GIMP è un ottimo programma per questo tipo di operazioni: leggero e veloce, ma soprattutto FREE. La prima cosa da fare è ovvia: scarichiamo Gimp dal sito. Nella sezione Downloads del  menù cercate il sistema operativo su cui lavorate: Gimp è disponibile per ogni distribuzione di Linux, microsoft Windows o Mac OS X.

Clicca download

Clicca download sul sito di Gimp

Seleziona il tuo Os dalla sezione "download"

Seleziona il tuo Os

Installate Gimp seguendo la procedura del vostro sistema operativo.

Una volta installata l’applicazione lanciatela. Se avete pronta un’immagine potete cliccare su File e poi Apri, selezionando il file dalla cartella in cui l’avete posizionato. In alternativa cliccate col tasto destro del mouse sul file che volete modificare e apritelo con Gimp.

Clicca File > Apri

Clicca File > Apri

Ora abbiamo la nostra immagine nella finestra di visualizzazione, pronta per essere modificata. Il nostro obbiettivo è cambiarne la dimensione, senza alterare le proporzioni. Questo è possibile selezionando la voce Scala dal pulsante di menù Immagine (Immagine → Scala). Apparirà quindi la finestra per la funzione di ridimensionamento. É anche possibile richiamare questa finestra dal menù a tendina, cliccando col tasto destro del mouse; le voci da selezionare sono le stesse:  Immagine → Scala.

Clicca Immagine > Scala

Clicca Immagine > Scala

Nella finestra di ridimensionamento possiamo vedere altezza e larghezza espressi in pixel, oltre che la definizione dell’immagine. È possibile cambiare l’unità di misura di riferimento nel menù sulla destra. Consigliamo di lavorare in pixel, visto che è il parametro più comune usato nel web.

Schermata di ridimensionamento

Schermata di ridimensionamento

L’operazione di ridimensionamento è di per sé elementare: scrivete il valore numerico di altezza o larghezza nel rispettivo riquadro. Una volta assegnato il nuovo parametro il suo complementare sarà modificato automaticamente, mantenendo le stesse proporzioni (se modificate l’altezza allora la larghezza cambierà di conseguenza, e viceversa).

In alcuni casi la modifica delle immagini per il web si rende necessaria per rispettare dei requisiti di grandezza (minimi, ma più spesso massimi). Consigliamo di selezionare il valore più alto tra altezza e larghezza e riassegnarlo entro il limite indicato: il suo valore complementare sarà proporzionato a dovere.

Se per esempio un sito richiede l’inserimento di immagini di dimensioni non superiori a 600 x450 pixel e l’immagine che abbiamo è 1241×1600, sarà sufficiente assegnare 450 al posto di 1600 nel valore di altezza e ne risulterà un’immagine di 349×450 pixel: entro i limiti imposti.

È consigliabile evitare di inserire immagini con una risoluzione superiore a 750×750 pixel. Questo per diversi motivi: esistono ancora molti computer con una risoluzione di 800×600 pixel, e in questo modo ci si adegua alle esigenze del maggior numero di utenti; le immagini per il web dovrebbero essere comunque non troppo grosse, anche per questioni di velocità di caricamento;  infine, si tutela in parte l’eventuale copyright delle immagini (foto fatte da voi), dando una risoluzione inferiore alle esigenze per una stampa di buona qualità.

Curiosità: Si può scalare un’immagine senza mantenere le proporzioni. É sufficiente spuntare il simbolo a forma di catena che connette i valori di altezza e larghezza. Facendo ciò diventerà necessario assegnare tali valori singolarmente. Assegnare valori non proporzionali però altera l’aspetto dell’immagine. Nel web le immagini devono essere inserite mantenendo le proporzioni.

Clicca per togliere o assegnare la proporzionalità

Clicca per togliere o assegnare la proporzionalità

Curiosità: Quello che abbiamo fatto è modificare la dimensione di un’immagine nella sua interezza. Eventualmente è possibile scalare un oggetto o livello all’interno del quadro di lavoro, mantenendo inalterata la grandezza effettiva dell’immagine finale: l’operazione è simile, ma viene selezionato Scala dalla voce Livello, anziché da Immagine.

Salviamo ora la foto nella sua nuova proporzione con il formato che preferiamo. Su File clicchiamo sulla voce Salva (o digitiamo Ctrl + S) per mantenere inalterato il formato originale, oppure Salva come (o digitando Maiusc + Ctrl + S) per cambiare il formato dell’immagine.